ALGERIA

1993
Partiamo da soli alla volta dell’Algeria con l’intenzione di attraversarla tutta in diagonale passando per Amguid fino a Tamanrasset e da l attraversareil sud dall’Hoggar fino al Tassili di Djanet per poi risalire attraverso il Fadnoun. In linea di massima abbiamo fatto questo e molto di pi perch a Hassi Bel Guebbur abbiamo incontrato una coppia di francesi e una coppia di tedeschi con i quali abbiamo deciso di comune accordo di viaggiare. Fino a Djanet tutto come da programmi fatti. I francesi sono rimasti l e noi e i tedeschi, per il ritorno ci siamo posti il problema se affrontare il Fadnoun o se trovare un percorso alternativo. Abbiamo chiesto un consiglio ad un Touareg di Djanet, tale Abdou Borgi il quale ci ha consigliato di percorrere lo Oued Imirou. Col tempo che avremmo risparmiato abbiamo deciso di percorrere al ritorno una parte dell’Erg D’Admer, veramente indimenticabile, poi da Fort Gardel siamo andati verso nord a Oued Imirou.
Anche quel percorso stupendo e ci ha portato fino a Illizi.
A quel punto decidiamo un’altra alternativa all’asfalto e ci dirigiamo nel bel mezzo dell’Erg Issaouane attraverso un impegnativo percorso vietato in mezzo a dune di diverse colorazioni fino a Bordj Omar Driss. Quel viaggio stato superbo ! Ah, dimenticavo un piccolo particolare : non avevamo ancora il GPS ma solo una bussola militare che avevo acquistato a Monaco qualche tempo prima.